Maria Valeria De Bonis | Idea

LivingFoods

Maria Valeria De Bonis | 10 novembre 2016 16:58:00 CET


digital

Potenza


Tag

http://www2.unibas.it/cfdnova

CONDIVIDI

Informazioni | Maria Valeria De Bonis

Il cibo ha una durata utile: ciò vale sia per i prodotti che respirano (metabolismo residuo: frutta e verdura intere o minimamente trattate, formaggi erborinati o a crosta fiorita), che per quelli che non respirano (carni, pesci, prodotti da forno, gran parte dei formaggi, prodotti secchi)
Valutazione della vita commerciale dei prodotti (shelf-life) è fondamentale per l’industria alimentare: per favorirne la distribuzione capillare ai punti di vendita ed aumentarne il valore residuo ma anche per il consumatore alimentare: per la gestione domestica dei cibi conservati in frigo. In entrambi i casi: per lo sfruttamento di ogni valore marginale oltre la data di scadenza
Vi sono istanze etiche ed istituzionali (Horizon2020) per la riduzione degli sprechi alimentari
La prossima inseminazione di Internet-of-Things offrirà l'opportunità di lenire tali stringenti problematiche.

L’applicativo LivingFoods è in grado di stimare la shelf-life residua, tramite modelli computazionali che si basano sulla storia termica e la cinetica di degradazione del prodotto, per ogni possibile categoria merceologica
L’applicativo LivingFoods deriva da alcuni proof-of-concept già disponibili in ambito scientifico e in ambito di trasferimento tecnologico a grande azienda di refrigerazione domestica e domotica
Internet-of-Things e Augmented Reality possono essere coniugati per ottenere uno strumento interattivo e customizzabile per ogni stakeholder (consumatore finale/industria)


Mission

Ogni giorno, grandi quantità di alimenti che avrebbero potuto essere consumati (o avere altri usi) vengono sprecati. Tramite l'utilizzo di LivingFoods, si può agire per ridurre la quantità di cibo che viene sprecato, per consentire un risparmio economico e di risorse naturali.
L’applicativo LivingFoods, infatti, è in grado di stimare la shelf-life residua, ottimizzando i tempi e la modalità di conservazione delle più disparate categorie merceologiche (sia deperibili che non deperibili) al fine di ridurre lo spreco alimentare.


Vantaggio competitivo

In commercio esistono già database non interattivi relativi ad alcuni prodotti (formaggi, carni, frutta, vegetali). La pretesa di tali app è quella di monitorare i prodotti deperibili. Tramite sistema di allerta, lo stakeholder viene avvertito circa l’approssimarsi del deterioramento o della data di scadenza. Tuttavia tali sistemi presentano forti limitazioni. Il sistema di allerta, infatti, si basa sull’inserimento manuale della data di scadenza del prodotto. Non vi è nessuna possibilità di valutare l'evoluzione del prodotto in base alle condizioni di distribuzione/stoccaggio. Problema soprattutto evidente per le derrate vendute non confezionate (verdure, frutta, carne e pesce fresco). Inoltre queste app non consentono di acquisire/valutare lo stato qualitativo relativo a qualsiasi istante di interesse.
Al contrario, LivingFoods basandosi su modelli customizzabili su ogni categoria merceologia, è in grado di stimare in modo personalizzato la shelf-life residua di qualsiasi alimento, anche di quelli privi di data di scadenza venduti sfusi.


Operiamo in

  • alimentazione