Sviluppa la tua impresa attraverso i video tutorial di imprenditori di successo ed esperti

Mangatar vince il 1° Girone della Wind Business Factor Competition 2012

Copia il codice embed del video

Il campionato italiano delle startup e idee di business innovative nomina il suo primo vincitore: Mangatar.

Le migliori startup del 1° Girone della Wind Business Factor Competition 2012, hanno incontrato un team di 11 investitori. Mangatar, il social game sul fumetto giapponese, ha sbaragliato gli altri progetti, dopo essere stata selezionata tra i primi 10 per la fase di Training (sotto la guida del Mentor Alberto Onetti), su oltre 100 idee e startup candidate.  Mangatar, oltre alla grande visibilità ottenuta con gli investitori, si aggiudica un canone gratuito per 1 anno, Wind Business One Office e vola in Silicon Valley per 3 settimane con la Startup School di Mind The Bridge.

“Riuscire a creare una startup innovativa in Italia, con un team affiatato e affrontare con coraggio mercati sfidanti e dalle grandi potenzialità, come internet e il mobile, credo sia l’esperienza più divertente, appassionante e remunerativa che si possa fare, oggi, nel settore del business. Il percorso da fare per creare valore e allo stesso tempo provare ad essere felici, è abbastanza chiaro. Bisogna riuscire a mettere insieme almeno tre fattori chiave: la qualità della vita del nostro Paese, la creatività e il genio del nostro modo di fare impresa, le opportunità di business della tecnologia e dei nuovi media. In bocca al lupo quindi a chi sta tentando di lanciare nuove imprese e Startup Italia!”,  ha commentato Andrea Genovese, Project Leader di Wind Business Factor.

Mangatar è un social game ambientato nell’universo del fumetto giapponese. In Mangatar il giocatore può creare gli avatar dei personaggi che utilizzerà nel gioco, scegliendo le caratteristiche distintive del genere preferito. E’ possibile giocare con più personaggi, coinvolgere gli amici in missioni di gruppo, sfidare altri utenti in scontri diretti, mettere alla prova le proprie abilità strategiche. Per dominare l’universo di Mangatar è necessario far crescere le abilità dei personaggi, stringere alleanze ed utilizzare i poteri delle “Dengen Cards”, speciali carte di gioco da invocare nei combattimenti contro altri giocatori. Mangatar rientra nella categoria dei ‘browser game’, giochi che non richiede download o installazioni, che possono essere utilizzati su computer, tablet o smarthphone.

Mangatar ha ottenuto il favore della giuria finale composta dai più importanti investitori e business angel internazionali.”Mangatar si rivolge a un mercato con il più alto potenziale, quello del gaming online e mobile. Non è facile fare un prodotto che effettivamente colpisca, però i ragazzi hanno lavorato molto, hanno costruito un bel team. Soprattutto riuscire a fare un’esperienza in Silicon Valley potrà effettivamente dare valore aggiunto alla startup”, ha commentato Lorenzo Franchini (nella videointervista), Founder di IAG e Chairman del 1° Investor Meeting,  organizzato insieme ad Innogest e il VC-Hub, a Milano presso la sede dell’AIFI.

I nostri complimenti al Team!

Andrea Postiglione – Ceo, UX e Graphic Designer
Raffaele Gaito – Biz Dev, Analist Developer
Michele Criscuolo – Mobile Developer
Enrico Rossomando – Web Developer
Alfredo Postiglione – Mangaka – Art Director

Complimenti alle altre tre startup finalisteAdoroletuefoto, Progetto Wedding e Style4real. Ottimo lavoro e in bocca al lupo, ragazzi! Guardate il video-reportage del 1° Investor Metting.

E se volete partecipare alla Wind Business Factor Competition 2012, candidate la vostra startup o idea di business innovativa al 3° Girone. Le Selezioni sono aperte!

17 Commenti su "Mangatar vince il 1° Girone della Wind Business Factor Competition 2012"

  1. E questo è il livello di innovazione del nostro Paese? ma come siamo messi male..puntiamo tutto sui giocattoli, e finiremo per diventare marionette..

  2. Criscia 19 giugno 2012 alle 20:04 ·

    ciao cristian,
    una startup solitamente non è solo innovazione. Nel termine in sé sono compresi più aspetti, che spesso vengono proprio trascurati perché non evidenti: prima di fare innovazione, prima di ragionare ad un prodotto che possa differenziarsi davvero, occorre l’energia, la passione e il crederci. Questi ragazzi li ho seguiti personalmente, insieme al resto del team. Posso dire con sincerità che questi 3 aspetti fanno ormai parte di loro. Innovare significa anche riuscire a creare qualcosa di credibile, che stia in piedi, che possa dare nuovi posti di lavoro, dove si possa investire e… perché no? in questo caso dove ci si possa anche divertire.
    Il team di Mangatar è numeroso e affiatato, e hanno cercato di unire le loro passioni comuni in un progetto comune. Credimi che non è facile.
    Nel frattempo la strada è e rimane lunga. Io auguro un enorme in bocca al lupo a loro che hanno vinto, e a tutti e 4 i progetti arrivati in finale.
    Nel domani, in un cammino fatto di tante collaborazioni, penso che riusciremo a migliorare tutti sempre di più :)
    un caro saluto, cristian!

  3. Devo dire che la visione del video è molto utile, ci permette di vedere il pitch di un vincente e poter ascoltare le domande fatte dagli investitori offre un’occasione per prepararsi a come dare risposte esaustive nel minor tempo possibile!

    Complimenti a Mangatar e a WBF che ha reso tutto questo possibile!

Trackbacks per questo post