Filtra per categoria

Federico Baldelli, Ceo di Startup Nomads, parla della sua idea in costante sviluppo.

Una bel sorriso quello di Federico, incontrato a 48 ore dalla messa online della sua idea e ancora con il volto colmo di stupore. L'idea è nata una sera, al ritorno a casa Federico ha cominicato a disegnare una mappa del mondo, composta da imprenditori sociali, imprenditori, professionisti e investitori; il giorno seguente ha iniziato a programmare questa mappa mettendola online la settimana successiva. Nell'arco di poche ore dalla messa online Federico ha avuto 400 visite e molti iscritti, provenienti soprattutto dai paesi in via di sviluppo come India e Africa. Il suo progetto è una sorta di Linkedin geografico, e di settore, dove le persone riescono subito a visualizzare i professionisti nei paesi di interesse. Federico ha ascoltato e intergrato i feedback degli utenti e ora ha bisogno di innescare la diffusione del progetto che, secondo il suo intuito, ha un potenziale molto alto. Al momento per procedere non desidera finanziamenti ma un bel passaparola, soprattutto tra gli investitori, e che sempre più il nome del progetto, Startup Nomads, diventi realtà. E allora diffondiamo l'idea di Federico.
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

PastBook: il pitch e la premiazione all'Investor Day

PastBook: il pitch e la premiazione all'Investor Day

PastBook si è aggiudicata il secondo posto del Contest “Racconta il tuo business factor”.  Abbiamo premiato il team in occasione del primo Investor Day di Wind Business Factor, e Stefano Cutello, co-founder, ci ha raccontato il percorso fatto e gli obiettivi. PastBook è una applicazione che consent...

CONDIVIDI
La nuova sfida di Italia Startup

La nuova sfida di Italia Startup

Portare gli investimenti complessivi destinati alle startup innovative da 100 milioni a 1 miliardo entro il 2018, questo è l'ambizioso piano presentato dall'Associazione sotto la nuova guida di Marco Bicocchi Pichi.

CONDIVIDI