Filtra per categoria

Il processo di investimento di un VC in una startup

Qual è il processo di investimento di un VC in una startup? Quali sono i criteri di selezione di un investitore?

La presenza di un finanziatore si rende indispensabile nel momento in cui uno startupper è in cerca fondi iniziali, anche consistenti, per strutturare e avviare l’impresa. Ma a chi rivolgersi? Quali sono i requisiti che una startup deve possedere per essere presa in considerazione ed essere valutata da un investitore?

Stefano Molino, Investment Manager di Innogest SGR S.p.A ha fatto chiarezza su alcuni punti importanti che  riassumiamo di seguito.

Definizione

Il Venture Capitalist è una figura che si occupa di valutare le idee e i Business Plan che gli vengono proposti selezionando le iniziative con potenzialità interessanti per aiutarle a crescere in vista di un rendimento futuro elevato.  In generale il Venture Capital opera nel settore del Private Equity: l'approccio europeo si focalizza sul finanziamento di startup e sullo sviluppo di nuovi business.

Tipologie

I VC non sono tutti uguali,  esistono varie tipologie. Per uno startupper è importante conoscere:

In che ambito i vari VC operano: captive, indipendenti, pubblici o semi pubblici?

  1. I Captive  sono emanazioni di organizzazioni più  grandi come, ad esempio, i fondi venture bancari o industriali.
  2. I VC indipendenti sono operatori che hanno raccolto capitali e hanno un certo arco di tempo per gestirli e valutarli; in Italia lo strumento più usato è l' SGR (Società di Gestione del Risparmio), società  che gestisce  uno o più fondi di investimenti in un tempo limitato.

Dove si posizionano in relazione allo stadio di sviluppo dell'impresa (seed, early, late stage)?

  1. Alcuni VC possono fare Seed Startup e investire sulle primissime fasi dello sviluppo della filiera (per sviluppare una demo del prodotto, un beta di un sito);
  2. altri si posizionano su una fase più avanzata, valutano le metriche e investono su prototipi; altri investono in aziende che hanno già revenue stream;

Qual è la loro strategia di investimento e la dimensione del fondo?

In quale tipo di Industry/Technology investono (IT, Media, MedTech, etc)?

Quale background del Team richiedono (team specializzati, alcuni con taglio più imprenditoriale altri più vicini al mondo della consulenza)? Che focalizzazione geografica hanno?

Anche l'ecosistema italiano del Venture Capital conta molti Player, diversi tra loro ma con un comune denominatore: investire in Italia. Alcuni  sono specializzati nel Seed (Dpixel, IAG, etc ), altri in Early-Midstage  (Innogest SGR, Principia SGR, etc), altri in aziende piu strutturate con finanziamenti più consistenti.

Criteri di selezione

Gli investitori non hanno molto tempo a disposizione e soprattutto ricevono tantissime richieste.  Gli elementi che vengono valutati da un VC e che definiscono le potenzialità di successo di una startup sono i seguenti:

  1. Le persone. Avere un team imprenditoriale è fondamentale.  Esperienza nel settore, conoscenza del mercato e della clientela, eterogeneità delle competenze, capacità imprenditoriali, track record di esperienze precedenti, determinazione, sono fattori che contribuiscono a costruire una squadra di successo.
  2. Il mercato. È importante avere chiara la Value Proposition del prodotto (capire se i bisogni che il prodotto o la tecnologia intendono soddisfare sono reali o percepiti), conoscere il potenziale  mercato (le dimensioni, il profilo di crescita, l'accessibilità), valutare se si tratta di un contesto competitivo (dimensioni e numerosità dei competitor e posizionamento rispetto ai competitor).
  3. Il prodotto/servizio ha vantaggi significativi: innovatività (innovazioni di prodotto o del modello di busineses, miglioramenti in termini di costi e prestazioni, nuove applicazioni o ampiezza dei prodotti derivabili); sostenibilità ( scalabilità e flessibilità, per adattarsi a una molteplicità di applicazioni); difendibilità (proteggibilità della proprietà intellettuale, possibilità di mantenere nel tempo il vantaggio competitivo raggiunto).

Il processo di valutazione avviene attraverso una serie di incontri di approfondimento e  l'analisi della documentazione e del Business Plam. Non sempre un VC si aspetta di ricevere BP completo, ma al contrario nei vari incontri lavorerà insieme al Team per strutturarlo e completarlo.

Mediamente, su 100 opportunità analizzate dai VC, 5 o 6 arrivano alla firma del  term-sheet, il documento pre-contrattuale, che definisce le principali clausole e struttura dell’investimento. Da questo momento in poi, si inizia a fare sul serio: si avvia la fase di due diligence più strutturata e si richiedono impegni di esclusiva e riservatezza.

Consigli

Il rifiuto da parte di un VC  non deve essere visto come un motivo per rinunciare, ma per raffinare e migliorare (o cambiare) la propria idea. Se avete determinazione sarà disposto a incontrarvi nuovamente!

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Il primo Investor Day di Wind Business Factor!

Il primo Investor Day di Wind Business Factor!

L'Investor Day è un'intera giornata dedicata all'incontro tra start up e venture capital, business angel e incubatori d'impresa. Organizzato da Wind Business Factor, il primo social network e incubatore virtuale per le imprese innovative.

CONDIVIDI
Opportunità per studenti e giovani startup ICT: il programma EGO 2012

Opportunità per studenti e giovani startup ICT: il programma EGO 2012

Ericsson ha lanciato la nuova edizione del programma EGO 2012 dove si selezionano i migliori progetti innovativi nel settore ICT Il Programma Ego si rivolge a studenti universitari, a neolaureati e a micro imprese in fase di start-up con idee innovative e progetti di business sostenibili. C'è te...

CONDIVIDI