Filtra per categoria

Hai mai pensato di rivolgerti ad un mentor? Che valore può dare una professionalità simile alla tua start up?

La sessione

La figura del mentor è molto importante, soprattutto per chi varca per la prima volta la soglia del mondo imprenditoriale. I suoi suggerimenti possono essere un utile supporto per lo startupper, specie nella fase di creazione e strutturazione del business plan. La presenza di un mentor accresce, agli occhi di un finanziatore, il valore della start up e il costo della sua consulenza non risulta essere proibitivo. Un bravo professionista, infatti, solitamente sposa la filosofia del "give back" ovvero del dare indietro l'aiuto che ha ricevuto durante il suo esordio. Naturalmente, per far sì che questo accada, è necessario riuscire a stimolare il suo fiuto imprenditoriale.

Il tuo Trainer

Evan Nisselson è un fotografo professionista, imprenditore e un mentor di grande esperienza, collabora con realtà come Tetuan Valley, Mind The Bridge Foundation e Seedcamp.

Perchè fare questo esercizio

Tale esercizio ti aiuta a prendere coraggio e trovare la forza per contattare la persona giusta, chiedergli consigli utili per la tua idea di business e mostrare il tuo dna di imprenditore.

A chi serve

Agli startupper, a chi ha un'idea per una start up e non sa come muoversi e a chi rivolgersi.

Benefici

Imparerai a dire "sangue caldo e passione di creare" con l'intonazione giusta.

Controindicazioni

Evitare di consultare il mentor per qualsiasi problematica. Deve essere una figura di supporto e, quindi, è bene chiedere consiglio quando le tue soluzioni sono realmente inefficienti.
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Applicazioni mobile: l'evoluzione di Qurami

Applicazioni mobile: l'evoluzione di Qurami

Cosa è successo alla start up Qurami negli ultimi mesi? I fondatori ci raccontano gli ultimi sviluppi, il più importante è sicuramente l'accordo in esclusiva con Qmatic Italy.

CONDIVIDI
Wind aiuta le startup italiane a crescere: il caso Stereomood

Wind aiuta le startup italiane a crescere: il caso Stereomood

Un milione di utenti in tutto il mondo e una storia tutta italiana, parliamo di Stereomood:  la startup che ti consiglia che musica ascoltare in base al tuo stato d'animo. La storia di un successo raggiunto anche grazie a Wind.   Un'idea semplice, ma originale quella che ha ispirato la nascit...

CONDIVIDI