Filtra per categoria

A Roma il coworking per mamme e bambini

L'Alveare è il primo coworking della Capitale che offre uno spazio di lavoro per mamme, papà e bebè. Un progetto realizzato da un team di donne e mamme che credono nell'equilibrio possibile tra vita e lavoro.

Prima de l'Alveare c'è Città delle mamme, un'associazione di donne (e madri) nata nel 2009 con l'obiettivo di rendere Roma una città più a misura di bambine e bambini. "Il primo progetto che elabora è il Cinemamme, la possibilità per le donne in maternità (accompagnate da papà, nonni, amiche) di andare al cinema con un bebè. Si tratta di matineè riservati, con i film in programmazione, proiettati a volume leggermente ridotto per non dar fastidio ai bimbi e alle bimbe, le luci di posizione in sala restano accese per consentite di prendersene cura, è possibile allattare, riscaldare pappe e biberon, inoltre è presente un fasciatoio in bagno", ci racconta Serena Baldari, socia fondatrice. Al Cinemamme si sono aggiunti poi il Mammacaffè, il parrucchiere mommy e baby friendly, il MOM fest, modi diversi di venire incontro alle esigenze dei genitori e dei loro bambini, e favorire la loro integrazione con il tessuto culturale urbano.

L'idea di un coworking che permetta ai genitori di lavorare senza dover lasciare i bimbi al nido o a una baby-sitter è il perfetto completamento di una visione che punta all'integrazione e all'inclusione. Le donne di Città delle mamme si sono buttate a capofitto nel progetto e hanno vinto la Call for social idea di Italia Camp e Unicredit. A credere nel progetto anche l'Assessorato alle periferie, che ha concesso gli spazi, il V municipio e l'Assessorato alle Pari opportunità di Roma capitale che hanno concesso il patrocinio.

alveare 1

Che cosa si fa dentro l'Alveare? "Dentro l'Alveare principalmente si lavora, ci si prende cura dei bimbi, si organizzano corsi ed eventi, si ospitano associazioni", ci risponde Serena. L'Alveare è uno spazio di circa 200 mq, con 30 postazioni, due uffici, una sala riunioni e uno spazio baby, e si rivolge a chiunque (non solo mamme e papà) abbia un lavoro che si può svolgere all'interno di un coworking e che ne sposa la filosofia di condivisione.

????

Perché avete scelto il quartiere romano di Centocelle?

Perché è un quartiere interessante e la riscoperta e la riqualificazione del territorio, soprattutto di quello considerato periferico, è un principio molto affine alla filosofia del lavoro nel coworking, per cui l'umanizzazione del lavoro passa anche attraverso il decentramento dei luoghi di lavoro, continua Serena.

A Milano conosciamo Piano C, ma di realtà come queste in Italia non ce ne sono moltissime, anzi. Un po' perché il fenomeno del coworking è relativamente nuovo, un po' "perché creare un luogo di lavoro e cura per bambini non è facile: ci vogliono spazi adeguati, uno staff capace", ci spiega Serena. E in Europa a che punto siamo invece?

Sicuramente ci sono paesi europei con maggiori tutele, però non parliamo solo delle mamme, ma anche dei papà, ai quali è concesso un periodo di congedo lungo, è questa la differenza, riconoscere che il sostegno serva sia alle donne sia agli uomini significa non scaricare le difficoltà della genitorialità solo sulle spalle delle madri, delle donne.

A l'Alveare arrivano soprattutto donne che scelgono questo coworking come luogo di lavoro grazie alla presenza dello spazio baby, ma ci sono anche persone che abitano in zona e hanno scelto l'Alveare per praticità, o persone che svolgono laboratori e corsi perché condividono lo spirito accogliente e collaborativo del coworking. In generale "la risposta è molto buona, c'è grande interesse verso il nostro progetto", racconta Simona.

E visto che il principio di tutti i coworking è "ospitare persone che lavorano a un proprio progetto accompagnandole finché quel progetto non diventa talmente grande da avere bisogno di uno spazio proprio", perché non provare a farlo direttamente all'interno del coworking stesso?

Noi vorremmo farlo anche attraverso corsi di orientamento e formazione che possano affinare conoscenze e competenze delle persone che lavorano qui, facilitando lo sviluppo di nuovi progetti e la nascita di sinergie. È il prossimo step.

Una bellissima storia e una realtà che funziona. Vi invitiamo a visitare l'Alveare a Roma, in via Fontechiari 35.

http://www.lalveare.it/

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

LED Center: i giovani talenti fanno impresa

LED Center: i giovani talenti fanno impresa

Atooma, Bulsara Advertising, Zing Store: l'intervista alle startup che hanno partecipato al LED Luiss Center di LUISS Business School

CONDIVIDI
Startup: investire nei paesi emergenti con U-Start

Startup: investire nei paesi emergenti con U-Start

Africa, Europa e America Latina: U-Start guarda ai mercati emergenti per scoprire imprese ad alto potenziale di sviluppo e proporle come investimenti per famiglie e corporate venture. Ce ne parla Andrea Colombo, Head of Business Development.

CONDIVIDI