Filtra per categoria

Startup senza il notaio: cosa cambia

Il momento tanto atteso è arrivato: da oggi si può costituire una startup gratuitamente solo con firma digitale. Queste tutte le procedure.

 

Da oggi aprire una società è più semplice e meno costoso: grazie al Decreto Ministeriale del febbraio 2016 per costituire una startup non serve più passare per il notaio, ma è sufficiente eseguire la procedura online gratuita.

La semplificazione, che diventa operativa oggi 20 luglio, ha però una storia più lunga, si tratta di una proposta contenuta nella Legge Investment Compact del marzo 2015 volta a facilitare la nascita di startup e PMI innovative in Italia, snellendo la burocrazia.

 

Tutte le novità introdotte dall'Investment Compact

 

COME COSTITUIRE UNA STARTUP SENZA NOTAIO

Gli atti per costituire una startup o una PMI innovativa e per le successive modificazioni possono essere redatti direttamente dai soci della startup, attraverso un modello tipizzato firmato digitalmente senza bisogno di autenticazione davanti al notaio, oppure avvalendosi dell'Ufficio del Registro delle imprese che autenticherà le sottoscrizioni e procederà in tempo reale all’iscrizione. La società è ufficialmente aperta dal momento di apposizione dell'ultima firma.

Resterà comunque valida anche la strada tradizionale, quella della costituzione per atto pubblico tramite notaio.

Il modello informatico e la modulistica per la trasmissione e iscrizione al R.I. è disponibile direttamente compilabile online, sul sito www.registroimprese.it, ed è riservata alla costituzione di startup aventi la forma di società a responsabilità limitata non semplificate ex art. 2463 c.c.

Si stima che scegliendo di costituire una startup innovativa senza ricorrere al notaio, uno startupper potrà risparmiare fino a 2.000 euro se risiede al Nord e fino a 1600 euro se abita nel Sud Italia.

 

Cosa ti occorre per diventare una startup innovativa (adempimenti e requisiti).

 
  1. Iscrizione al Registro Speciale delle imprese: si tratta di una procedura online, basta andare sul sito ufficiale http://startup.registroimprese.it/ e seguire le indicazioni.
  2. Compilazione del modello disponibile sul sito con tutte le informazioni necessarie per la costituzione della società. Il modulo deve essere sottoscritto con firma digitale, utilizzando una smart card rilasciata dalle Camere di Commercio o da enti autorizzati.
  3. Trasmissione all’Ufficio delle entrate: il modello sottoscritto, l’atto costitutivo, eventuali altri documenti e la ricevuta di pagamento, vengono trasferite dalla piattaforma all'amministrazione competente che finalizza la registrazione e  comunica gli estremi al soggetto interessato.

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

WBF Startup Competiton: i 10 progetti selezionati per il 2° girone

WBF Startup Competiton: i 10 progetti selezionati per il 2° girone

Quali sono le idee e startup che entrano nella fase di Training? Mentor e Wind Business Factor si sono riuniti e hanno scelto tra gli 80 progetti candidati alla seconda Selection della Wind Business Factor Competition. Anche in questo secondo girone, sono state molte le idee e le startup innovative...

CONDIVIDI
Due start up in evidenza: Soundreef e You can travel

Due start up in evidenza: Soundreef e You can travel

Come gestire le royalty musicali? E' possibile pagare solo la SIAE o ci sono delle alternative? E quando si desidera viaggiare, come districarsi tra le varie offerte diponibili nel web? Ecco due start up che rispondono a queste domande.

CONDIVIDI