Filtra per categoria

Appsbuilder: la piattaforma self service che permette agli utenti di realizzare le proprie app in pochi click  e distribuirle nei vari store online. L'intervista al Co-founder Luigi Giglio.

 

Appsbuilder è una realtà tutta italiana, nata nel 2010 da due ingegneri informatici del Politecnico di Torino - Daniele Pelleri e Luigi Giglio - che hanno lanciato il sito senza nessun investimento. Solo successivamente, nel 2011, grazie all'incontro con Massimiliano Magrini (Annapurna Ventures) e Mario Mariani (The Net Value) hanno ricevuto un primo seed e un importante supporto nella crescita imprenditoriale della compagnia, con un network di valore e aiuto nella definizione di una value proposition del prodotto.

Sono stati sempre i due Angel Investor a credere ancora nel progetto e convincere i gestori dei fondi Vertis Venture e Zernike Meta Ventures, a finanziare la Startup Internet con un’iniezione di capitale pari a 1,5 milioni di euro

Tramite il  portale chiunque è in grado, senza competenze tecniche, di poter realizzare applicazioni e distribuirle sui vari store. Grazie a una semplicissima interfaccia si possono creare app personalizzandone la grafica, inserire mappe native, form e addirittura codici sorgente in html, javascript o css. Il tutto perfettamente compatibile con i principali strumenti che il Mercato mette a disposizione: iPhone, iPad, Android e WebApps HTML5 Ma non c'è solo solo questo: da poco Appsbuilder ha inserito anche il servizio Haire a Pro, che offre l’aiuto di un designer professionista dedicato alla progettazione grafica di app, ideale per le Pmi che non possono permettersi personale interno dedicato. Garantisce dei risultati professionali in venti giorni e l’acquirente può coordinarsi direttamente col designer per chiedere delle modifiche.

Numeri importanti, quelli di Appsbuilder, che lavora con un mercato prevalentemente estero (principalmente Stati Uniti e paesi angolsassoni) e che ha recentemente superato i 500 mila utenti, viaggia alla media di 8000 applicazioni sviluppate al mese  e oltre mezzo milione di sviluppatori sono iscritti al portale.

Oggi la società è composta da due sedi, una a Catania dove è collocata l’area di ricerca e sviluppo con 10 ingegneri e una a Milano con 4 persone che si occupano di marketing e sales.

In bocca al lupo ad Appsbuilder!

BaasBox: il backend per la tua App

 
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Crowdfunding Italia

I miti da sfatare: intervista a Chiara Spinelli...

CONDIVIDI
Da dirigente a startupper: la sfida di una donna imprenditrice

Da dirigente a startupper: la sfida di una donna imprenditrice

Che cosa significa per una donna abbandonare una carriera di successo presso grandi corporate e scommettere su una startup? Ce lo racconta Giovanna Marena, ex dirigente e co-Founder di Pink Up.

CONDIVIDI