Filtra per categoria

Il Business Model Canvas: cos'è e come strutturarlo

Se ne sente parlare spesso tra startup e imprese: il Business Model Canvas è uno strumento fondamentale per la progettazione e la descrizione di un modello di business attraverso uno schema grafico.

9 sono i blocchi in cui si struttura il Business Model Canvas:

1) i clienti: i diversi gruppi  di organizzazioni e persone che la startup intende raggiungere e servire; 2) la Value Proposition: il pacchetto di servizi e prodotti che crea valore per un gruppo di consumatori e clienti (il mio servizio soddisfa un nuovo bisogno? E' disponibile a prezzi più economici?); 3) i canali: le modalità con cui l'azienda raggiunge i propri clienti e comunica con loro per trasferire la proposizione di lavoro (web, negozi di proprietà etc); 4) la relazione: tipo di relazione (co-creazione, servizi automatizzati, b2b, b2c, etc.) che la startup  intende stabilire con diversi gruppi di  consumatori; 5) i ricavi: il guadagno che si vuole ricevere da ogni segmento di cliente (ad esempio, pubblicità, noleggio, leasing); 6) le risorse: strumenti necessari per far funzionare il modello di business (risorse finanziarie, umane, intellettuali,etc.); 7) le attività: l'elenco delle attività (sviluppo piattaforma, custormer care, produzione, etc.) che la startup deve fare per far funzionare il modello di business; 8 ) i partner: la rete di fornitori e la tipologia di accordi che è necessario definire per far funzionare la startup (alleanze strategiche con aziende non concorrenti, aziende di coopetizione, joint venture per sviluppare nuovi business); 9) i costi: l'elenco dei costi fissi e variabili da affrontare. La connessione tra questi 9 blocchi è alla base del funzionamento di un'azienda. In fase di startup questi elementi sono da scoprire ed è necessario procedere per gradi  

business2

Il Business Model Canvas diviene quindi uno schema all’interno del quale l’impresa risponde alle nove domande, esplicitando il modo in cui  intende affrontare i quattro elementi fondamentali del business:

1) il blocco dei clienti: il blocco dei clienti è relativo ai segmenti di clienti ovvero ai gruppi di persone o di organizzazione di aziende che un’impresa vuole raggiungere e soddisfare 2) Il secondo blocco è relativo alle value propositions che rappresenta da una parte i benefici che vengono generati per il target di clienti e allo stesso tempo il pacchetto di prodotto e servizi che vengono riferiti a questo segmento, quindi che cosa offro e a chi lo offro. 3) Il terzo blocco è relativo al blocco dei canali ovvero descrive la modalità attraverso la quale un’azienda comunica e distribuisce il suo prodotto/servizio 4) Il quarto blocco invece è relativo alle relazioni con i clienti ovvero descrive tutte le modalità  attraverso le quali un’organizzazione si mette in relazione con i propri clienti.

Il fine è quello di costruire attorno al proprio prodotto, al proprio servizio, spesse volte tecnologico, un modello di business, cioè un sistema che renda l'impresa appetibile per il mercato e soprattutto sostenibile dal punto di vista economico e finanziario

Sono ora aperte le iscrizioni alla nuova edizione dello Startup Award. Partecipa e facci conoscere il tuo modello di business!

Guarda il #1 tutorial di Nicola Mattina. Business Model Canvas: Introduzione

Guarda il #2 tutorial di Nicola Mattina. Business Model Canvas: approfondimento!

Guarda il 3# tutorial di Nicola Mattina. Business Model Canvas: un esempio pratico

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

I 10 post più letti nel 2015 su Wind Business Factor

I 10 post più letti nel 2015 su Wind Business Factor

Un anno di Wind Business Factor raccontato attraverso i post che avete letto e condiviso di più in questo 2015!

CONDIVIDI
Il meglio delle startup di Wind Business Factor ora su Pinterest

Il meglio delle startup di Wind Business Factor ora su Pinterest

Wind Business Factor lancia il cancale ufficiale su Pinterest con una iniziativa per le startup: #StartupIndside Le startup che vogliono partecipare sono inviatate a pubblicare su Twitter una foto che mostra l'ambiente in cui lavorano: casa, ufficio, garage, spazio di co-working con l'hashtag #Star

CONDIVIDI