Filtra per categoria

Cristiano Cantisani è un imprenditore Do-It-Yourself che racconta la crescita del suo ruolo grazie al corporate coaching e il riscontro positivo sul rendimento dell'azienda.

Cristiano Cantisani ha fondato la sua azienda Telefonia Alto Adige, che opera nel settore dell'ICT, partendo da un fallimento professionale. Perso il lavoro assieme ad altri colleghi, senza nessuna competenza già maturata in ambito imprenditoriale, ha deciso di costruire da zero una impresa che oggi può contare su 30 collaboratori e piu' di 3 milioni di euro di fatturato. Nel suo percorso, soprattutto in fase di startup, i problemi riscontrati sono stati quelli comuni alla maggior parte delle giovani aziende: sistemi burocratici complessi e non agevolati, liquidità e relazione con i propri collaboratori. Il team svolge infatti un ruolo fondamentale, e saper comunicare i propri obiettivi, che vanno disegnati e resi evidenti al gruppo di lavoro, rappresenta una capacità notevole per fluidificare i processi dell'impresa e fare in modo che le risorse umane siano attivamente coinvolte nella crescita. E' proprio nel rapporto con i collaboratori che il coaching svolge un ruolo centrale, aiutando l'imprenditore a sviluppare l'azienda in funzione di una rete di contatti, gestendo al meglio la relazione con i collaboratori interni, esterni, per costruire una vera e propria squadra coesa. E' fondamentale trasmettere la percezione che eventuali mancanze o attriti, spesso motivo di debolezza di una azienda, vengono recepite dal management, elaborate e gestire per trovare delle soluzioni.

La redazione consiglia

Guarda le lezioni di Luca Stanchieri della Scuola Italiana di Life e Corporate Coaching
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Da dipendente a imprenditrice, l'esperienza di Emilia Goffi

Da dipendente a imprenditrice, l'esperienza di Emilia Goffi

Una donna incontra maggiori difficoltà di un uomo nell'esperienza imprenditoriale? Quale supporto può dare un business coach? In occasione della Fiera del Coaching a Trento abbiamo conosciuto Emilia Goffi, un'imprenditrice che è stata capace di mettersi in gioco dopo anni di lavoro dipendente in un

CONDIVIDI
Le donne e il loro peggior nemico sul lavoro

Le donne e il loro peggior nemico sul lavoro

Poca autostima, scarsa fiducia in se stesse, insicurezza cronica: sarebbero questi i limiti emotivi che spiegano perché la leadership di un'impresa sia ancora principalmente in mano agli uomini.

CONDIVIDI