Filtra per categoria

Paolo Loner, Coach e collaboratore didattico della Scuola Italiana di Life & Corporate Coaching, parla del rapporto tra imprenditore e coach.

L'intervento di coaching nasce da una domanda da parte dell'imprenditore che solitamente chiede al coach di poter migliorare le sue competenze relazionali e organizzative, all'interno della sua impresa. Il coach risponde a tale esigenza, analizzando in primo luogo la cultura dell'azienda di riferimento; una volta compresa tale cultura, il coach evidenzia le potenzialità, le aree di sviluppo e le zone critiche su cui lavorare. Gli interventi successivi del coach lavorano sull'imprenditore e sui suoi collaboratori chiave, stimolando l'imprenditore, e i collaboratori, attraverso delle sfide, degli esercizi - come ad esempio degli incontri bilaterali con ciascun collaboratore -  tutti elementi utili per valutare lo stato dell'azienda. Altro fattore importante è l'apprendimento. Il coach stimola l'imprenditore sul piano formativo, così da alimentarne la crescita personale e le sue potenzialità.

La redazione consiglia

Guarda le lezioni di Luca Stanchieri.
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Francesca Sanzo, storia di una MUT-AZIONE

Francesca Sanzo, storia di una MUT-AZIONE

40 chili prima, a 40 anni, inizia il racconto di Francesca Sanzo, una donna che attraverso la scrittura e le domande giuste, ha iniziato la strada del cambiamento personale e continua a percorrerla, sperando di rimanere sempre "a due passi dalla meta".

CONDIVIDI
Richard Thaler, cosa impariamo dal Nobel per l'Economia

Richard Thaler, cosa impariamo dal Nobel per l'Economia

Studioso delle intersezioni tra economica e psicologia, il neo premio Nobel riflette sulla complessità delle scelte umane e sugli effetti che queste hanno sugli esiti del mercati.

CONDIVIDI