Filtra per categoria

Industria 4.0: la nuova fabbrica digitale

Una quarta rivoluzione industriale: digitalizzazione e interconnessione di tutte le unità produttive presenti all'interno di un sistema economico. Ecco l'Industria 4.0

 

È quello a cui stiamo assistendo ormai da alcuni anni, un cambiamento sempre più veloce e continuo: un nuovo stadio di sviluppo nell’organizzazione e management all'interno dell'industria manifatturiera. La fusione tra mondo reale degli impianti e mondo virtuale dell’informazione è un sistema cyber-fisico, dove trova posto una rete di macchine, beni reali e oggetti virtuali, strutture di calcolo, e device di comunicazione.

L'Industria 4.0 va infatti oltre l'automazione e la digitalizzazione della fabbrica, e rappresenta un vero e proprio nuovo modello economico per il mondo industriale

La lista delle tecnologie che abilitano l’industria 4.0 è lunga e articolata.

 
  • Big Data and Analytics: raccolta e analisi di un grande numero di dati provenienti da diverse fonti a supporto dei processi decisionali.
  • Internet of Things (IOT): insieme di componenti e dispositivi tecnologici (sensori, GPS) incorporabili in oggetti fisici, che assicurano l’interfaccia tra mondo fisico e digitale Consentono agli oggetti di comunicare fra loro attraverso Internet, scambiare informazioni, modificare il loro comportamento in base agli input ricevuti, memorizzare istruzioni.
  • Cloud: molte aziende già utilizzano applicazioni cloud-based, ma nell'lndustry 4.0 ci sarà l'esigenza di una maggiore condivisione di dati riguardanti anche la fabbrica e, di conseguenza, anche le applicazioni per il controllo e la gestione della produzione dovranno essere disponibili in cloud
  • Augmented Reality: si tratta di sistemi che, attraverso un dispositivo mobile, come uno smartphone, o dispositivi di visione (per es. occhiali a proiezione sulla retina), di ascolto (auricolari) e di manipolazione (guanti), aggiungono informazioni multimediali alla realtà già normalmente percepita dall'uomo. In futuro queste tecnologie verranno utilizzate per fornire informazioni in tempo reale utili per migliorare i processi lavorativi e il decision making.
  • Additive Manufacturing: più nota come stampa 3D stende sottili strati di polveri che vengono fusi e aggregati strato su strato, creando il prodotto. Nell'industria 4.0 queste tecnologie di additive manufacturing verranno utilizzate in modo più ampio per produrre piccoli lotti di prodotti altamente customizzati, ed essendo realizzabili in più centri dislocati sul territorio, permetteranno di ridurre le distanze per il trasporto logistico dei prodotti finiti
  • Cybersecurity: con l'aumento della connettività tra device, aumenterà l'esigenza, anche in fabbrica, di proteggere i sistemi di produzione e la rete informatica da potenziali minacce.
 

le rivoluzioni industriali

 

Molte di queste tecnologie esistono da tempo e sono già in parte in uso nel mondo manifatturiero. La reale novità del paradigma dell'lndustria 4.0 consiste in un nuovo modo di pensare la fabbrica e le relazioni tra fornitori, produttori e clienti e tra uomo e macchina. Le conseguenze sul mondo del lavoro sono di due ordini, tra loro profondamente connessi. Il primo è di tipo pratico, e riguarda le mansioni, gli orari, i luoghi e le competenze del lavoratore. Il secondo, più a lungo termine ma già in atto, riguarda il cambiamento della visione del lavoro, ossia l’ingresso di una grande trasformazione del lavoro anche nella fabbrica.

Gli impatti positivi attesi da questa “quarta rivoluzione industriale” sulla manifattura europea sono molteplici: maggiore efficienza e produttività, grazie ad analisi dei dati, automazione, miglior controllo della qualità del prodotto e dei processi. Processi più rapidi grazie a supply-chain basate su data analytics, con riduzione dei tempi di consegna degli ordini. Maggior coinvolgimento del cliente, con più elevati gradi di customizzazione e qualità del prodotto.

Questi benefici non saranno appannaggio delle sole imprese di grandi dimensioni: anche le Piccole Medie Imprese potranno beneficiare di apparecchiature e software sempre meno costosi e robot industriali capaci di adattarsi a picchi di produzione e Task diversificati.

Le opportunità in questi settori e la specializzazione, saranno quindi sempre maggiori di anno in anno. Il mercato crescerà in modo esponenziale. Ci sarà bisogno di professionalità con competenze specifiche e allo stesso tempo trasversali. Di investimenti e interventi pubblici e di aziende private. Di recente Google ha scelto e formato insieme a Enlabs 10 startup per l’Industry 4.0

La sfida di oggi è quindi quella di approfondire, formare e supportare questi processi per gestire al meglio la transizione dal vecchio al nuovo paradigma.

 
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

L'importanza di aprire un Talent Garden a Cosenza

L'importanza di aprire un Talent Garden a Cosenza

A quasi tre anni dalla fondazione, Anna Laura Orrico, co-founder, ci racconta il lavoro importante che sta facendo Talent Garden a Cosenza.

CONDIVIDI
Social Media: il caso Fanpage

Social Media: il caso Fanpage

Gianluca Cozzolino, Ceo di Ciaopeople Srl e ideatore di Fanpage, parla delle caratteristiche dei contenuti pubblicati nei social media.

CONDIVIDI