Filtra per categoria

LUISS Business School: intervista a Francesco Rullani su Business Modeling e i principi di Effectuation.

Un imprenditore si trova spesso in condizioni di incertezza, rispetto al mercato, ai competitors e a molti altri aspetti del suo business. Questo è valido soprattutto in contesti ad elevato tasso di innovazione, tra cui il web, in cui la rapida evoluzione non permette di stare sempre al passo o di essere confidenti sulle previsioni. Per questo motivo è sempre meno efficace un approccio imprenditoriale basato sulla Prediction, sulla possibilità di fare proiezioni, immaginandosi a 5 o 10 anni. Un paradigma che invece rispecchia in modo più adeguato la vita dell'imprenditore oggi è il  paradigma di Effectuation, una serie di principi nell'ambito del decision-making per "aggredire" il cambiamento, e non subirlo. Gli imprenditori esperti - secondo Saras Sarasvathy - hanno infatti sviluppato skills che gli permettono di focalizzarsi sulle leve da controllare per adattarsi meglio alla complessità e raggiungere degli obiettivi. E questo rappresenta un asset fondamentale per il comportamento imprenditoriale.

Ecco i 5 principi di Effectuation, un processo logico da seguire per affrontare al meglio il cambiamento:

1. Bird in Hand – Focalizzarsi sui mezzi. In un mondo fluido non si può attendere l'opportunità perfetta, bisogna agire e prendere iniziativa sulla base delle risorse disponibili: quello che si ha, le informazioni che si hanno, quello che si e' in grado di fare. 2. Affordable Loss – I mezzi, tuttavia, non sono infiniti, quindi è fondamentale ponderare cosa ci si può permettere di perdere, piuttosto che studiare solamente quello che - forse - si riuscirà ad ottenere. 3. Crazy-Quilt – Coinvolgere gli stakeholders, stringere relazioni di business e partnership è fondamentale. In questo modo si costruisce un'altra fonte di risorse, includendo altri punti di vista nelle decisioni strategiche. 4. Lemonade – Fare leva sulle opportunità senza aspettare di rispondere agli eventi esterni cercando minimazzare il rischio. Occorre surfare le onde, e non solo evitare di naufragare. 5. Pilot in the plane - Rimanere flessibili e agili, per massimizzare il controllo delle proprie risorse, senza però dover necessariamente ricorrere ad analisi e predizioni sempre più difficili. Il futuro è quello che l'imprenditore sarà in grado di costruire, anche cogliendo eventi inaspettati.

Guarda le altre interviste a esperti di business e imprenditori 

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Big Data: come usarli per sviluppare il tuo business

Big Data: come usarli per sviluppare il tuo business

Kuldat è una startup americana, ma “dal cuore italiano”, che investe sui Big Data e sul Business Anlytics per aiutare aziende e PMI nello sviluppo del proprio business. Ce ne parla il suo Founder e CEO, Marco Visibelli.

CONDIVIDI
Audiweb: i dati sull'uso di Internet in Italia

Audiweb: i dati sull'uso di Internet in Italia

Intervista a Enrico Gasperini, Ceo di Audiweb: i dati sull'uso di Internet in Italia, i modelli di business più interessanti e i settori su cui investire.

CONDIVIDI