Filtra per categoria

Intervista a Luciano Cantini, Co-founder di Kentstrapper, startup familiare che si occupa della progettazione e produzione di stampanti 3D opensource, unendo tradizione italiana e innovazione globale.

Partita come impresa a carattere familiare, oggi Kentstrapper è una realtà forte della collaborazione di professionisti con background e capacità eterogenee, in grado di progettare e produrre stampanti tridimensionali all'avanguardia, capaci di trasformare modelli digitali in oggetti reali. Kentstrapper nasce dalla passione dei due fratelli Lorenzo e Luciano Cantini (rispettivamente 22 e 29 anni) e del team costituito dal padre Ugo, i cugini Rinaldi e perfino il nonno Luciano (che in gioventù faceva l'artigiano), oltre ad una serie di collaboratori esterni alla famiglia che si sono aggiunti nel corso degli annni. L'idea nasce all'interno del progetto inglese ReRap (Replicating Rapid Prototyper, ossia Creatore di prototipi a replicazione rapida) del dott. Adrian Bowyer, che voleva creare una stampante tridimensionale in grado di replicare in modo automatico ed economico dei componenti plastici. Kentstrapper ha già alle spalle la produzione di due modelli: la stampante archimede e la galileo. La scorsa settimana Kentstrapper ha presentato, durante la Milano Design Week 2013, il suo nuovo modello, una stampante tridimensionale di quarta generazione sempre ispirata alla filosfia opensource (è pilotata dalla scheda Arduino e i file di dettaglio sono rilasciati sotto lincenza Creative Commons). Per dare un nome e uno slogan a questa ultima creatura, la Maker Family fiorentina  ha lanciato un concorso online  in cui si richiede agli utenti della rete di inventare un payoff appropriato. Il modello di Business di Kentstrapper è basato sulla realizzazione di prototipi, sulla vendita nel mercato italiano ed estero delle stampanti 3D e dei vari accessori, sulla consulenza  e l'assistenza per stampanti proprietarie e non.  La startup è attualmente in cerca di capitali provenienti sia da fondi pubblici che privati, per poter dare vita a nuovi progetti e assumere altri collaboratori interessati al mondo della stampa tridimensionale. Kentstrapper aderisce inoltre al FabLab (digital fabrication – fabbing laboratory), il laboratorio di Makers che utilizza una serie di macchine controllate dal computer e gestite attraverso software Open Source.

Guarda anche "Vectorealism, un servizio online per la digital fabrication"

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Giovani, innovazione e i veri bisogni del mercato

Giovani, innovazione e i veri bisogni del mercato

Avere una buona idea, inventare una tecnologia non basta, bisogna conoscere il mercato e capire quali sono i suoi bisogni reali. È questo il vero significato di innovazione? Ne parliamo con Andrea Bruno Granelli, Founder di Kanso.

CONDIVIDI
Creatività e design al servizio dell'integrazione sociale

Creatività e design al servizio dell'integrazione sociale

È possibile che nell’era delle rivoluzioni tecnologiche, una sedia a rotelle sia ancora così scomoda, brutta e ghettizzante? Purtroppo sì. Vi presentiamo però MarioWay, un oggetto e una visione del mondo che rompe barriere architettoniche e mentali.

CONDIVIDI