Filtra per categoria

Che cos'è una "innovation room"? Una stanza dove sperimentare nuovi paradigmi di utilizzo delle tecnologie per migliorare l'esperienza utente. Succede in una banca italiana.

Stefano Maggiore è il co-founder di Antreem, uno studio di consulenza in ambito service design e sviluppo piattaforme web e mobile con clienti nel mondo bancario e assicurativo. All'ultima edizione del WUDRome Stefano ha portato un caso studio interessante che ha coinvolto una banca italiana.

Di norma mondi come quello delle banche o delle società assicurative non sono del tutto permeabili alle innovazioni o a concetti come quello di usabilità e cura dell'esperienza utente. 

Non è il caso della banca italiana con cui lo studio Antreem lavora ormai da due anni, una banca italiana che ha voluto investire in sostenibilità puntando proprio sull'innovazione tecnologica e sul miglioramento dell'esperienza utente.

Lo strumento è stato quella che i designer di Antreem definiscono "Innovation room": un ambiente interno all'impresa nel quale testare le novità tecnologiche appena uscite e non ancora utilizzate o il riuso di tecnologie consolidate, ma cambiandone il paradigma di utilizzo, costruendoci attorno delle storie che consentissero di rivalutare e riprogettare le esperienze dei clienti banca, per renderle più efficaci.

Tramite i processi di UX design sono stati concepiti una serie di servizi che utilizzassero ed interagissero con le tecnologie individuate, arrivando fino alla prototipazione e la realizzazione.

Un esempio di progettazione sostenibile e di sostenibilità d'impresa sotto tre aspetti:

  1. Principi della progettazione: riutilizzo di atomi di progettazione e riuso di tecnologie;
  2. Processi: un design sostenibile impatta sulle persone, sia sui destinatari che su chi lavora all'interno dell'impresa;
  3. Futuro: le soluzioni sperimentate non devono essere chiuse, ma modificabili nel tempo in modo facile e a costi bassi per adattarsi alle esigenze di un mondo in continua trasformazione.

Stefano Maggiore è Co-Founder di Antreem, una società che si occupa di architetture mobile, sviluppo, service design ed UX, co-founder e C.E.O. di Freak & Chic, società di Entertainment, musicista e produttore musicale.

CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

Cocontest: architettura in crowdsourcing

Cocontest: architettura in crowdsourcing

Cocontest è una piattaforma web di crowdsourcing dedicata al mondo dell'architettura e della progettazione. Federico Schiano di Pepe, co-founder, ci parla del progetto e delle opportunità per gli architetti. Il sito, attualmente in fase beta, consentirà a coloro che hanno bisogno di idee per la ris...

CONDIVIDI
Tra innovazione e tradizione: Kentstrapper, la startup italiana che stampa in 3D

Tra innovazione e tradizione: Kentstrapper, la startup italiana che stampa in 3D

Intervista a Luciano Cantini, Co-founder di Kentstrapper, startup familiare che si occupa della progettazione e produzione di stampanti 3D opensource, unendo tradizione italiana e innovazione globale.

CONDIVIDI