Filtra per categoria

Luca Buttafava, fondatore, insieme ad Alessandro Confalonieri, di Intersezioni, introduce il Design Open Source.

Il Design Open Source è una pratica interessante, legata alle persone e ai consumatori, che porta con sé il desiderio di caratterizzare, e personalizzare, tutta una serie di oggetti e sistemi di vita quotidiana. Se questa attitudine viene elevata a scala, è possibile promuovere gradi opportunità commerciali sia per le aziende, le quali possono strutturare famiglie di oggetti capaci di cogliere il bisogno di personalizzazione da parte degli acquirenti, sia per i designers. Il designer si pone tra il flusso azienda_consumatore creando degli oggetti di design con delle linee guida specifiche - liste di materiali, luogo di acquisto, varie modalità di realizzazione e di utilizzo - in grado di supportare, e stimolare, la creatività del cliente_fai da te. Grazie al Design Open Source, una serie di potenziali progetti cominciano ad essere realizzati, e ottimizzati, dando vita ad una comunità di consumatori_creativi in fermento che sviluppa nuovi sistemi di scambio e di business.

La redazione consiglia

Guarda le altre lezioni di Luca Buttafava e Alessandro Confaloneri.
CONDIVIDI

Entra o registrati gratuitamente per accedere ai contenuti esclusivi della nostra community.


REGISTRATI
TAG:

ARTICOLI CORRELATI

I makers investono nella creatività del territorio

I makers investono nella creatività del territorio

Si chiama TechLab, nasce a Chieri, ed è un laboratorio pubblico dove le persone si incontrano, progettano, condividono idee, creano, con il legno e con le stampanti 3D!

CONDIVIDI
Tra innovazione e tradizione: Kentstrapper, la startup italiana che stampa in 3D

Tra innovazione e tradizione: Kentstrapper, la startup italiana che stampa in 3D

Intervista a Luciano Cantini, Co-founder di Kentstrapper, startup familiare che si occupa della progettazione e produzione di stampanti 3D opensource, unendo tradizione italiana e innovazione globale.

CONDIVIDI